Specialità cucina Albese Bra

Pietanze delle Langhe

  • Specialità cucina Albese Bra L’Ostu ‘D Racunis
  • Le specialità del ristorante

    Il ristorante propone pietanze della tradizione piemontese e in particolare delle Langhe (Alba e dintorni). L’offerta comprende, tra gli altri, numerose specialità della cucina albese di Bra. Il Risotto al Barolo è la dimostrazione di come la tradizione piemontese sappia integrare i vini locali nell’offerta gastronomica. Questo è un piatto semplice, che punta sull’armonia dei sapori. Gli ingredienti sono il riso Carnaroli, il Barolo, il brodo di carne, i porri, l’olio extravergine di oliva, il burro, l’alloro, il grana padano e il sale fino. Il vino viene utilizzato per sfumare il riso appena tostato. Dopo la sfumatura, si procede con l’aggiunta graduale del brodo fino a completa cottura del riso. Infine, si arricchisce il tutto con il burro.

    I ravioli del plin potrebbero sembrare dei normalissimi ravioli. Tuttavia, presentano delle particolarità. Il ripieno, per esempio, è realizzato con un vasto assortimento di carni stufate, che comprendono il suino, il manzo, l’agnello e il coniglio. Gli altri ingredienti che concorrono alla creazione del ripieno solo le carote, le cipolle, il sedano, la scarola saltata in padella. Anche il condimento è particolare, dal momento che si usa il sugo delle carni cotte insieme alle verdure. Alcune varianti suggeriscono l’impiego, sempre per il ripieno, del cavolo e della verza. Molto spesso, poi, il condimento è composto da semplice burro e parmigiano. 

  • Lumache al Barbera, fonduta e molto altro

    La cucina piemontese subisce l’influenza di quella francese, sebbene conservi una sua spiccata identità. Un esempio è fornito dalle lumache al Barbera, famoso vino del Piemonte. Le lumache vengono lessate in un brodo composto dalla cipolla, dal sedano, dall’aglio, dal prezzemolo e dall’alloro fresco. Il piatto viene completato con una prolungata rosolatura delle lumache con del prezzemolo, con l’erba San Pietro, l’aglio, la cipolla e il sedano. Il menù del ristorante prevede anche il fritto misto e la fonduta. Quest'ultima è un piatto nato come svizzero con una certa fortuna anche in Valle d’Aosta e in Piemonte. La ricetta originale prevede l’utilizzo di un formaggio a pasta dura, fuso in una pentola particolare detta caquelon, una specie di casseruola in ghisa. La fonduta è un piatto che viene mangiato con il pane o con le patate bollite. Vengono in genere utilizzate delle posate specifiche: le forchette da fonduta. La variante piemontese prevede l’utilizzo di fontina, tuorli d’uovo, burro, tartufo bianco, latte e pancarré.

  • Specialità a base di carne

    La tradizione piemontese prevede numerose ricette con la carne cruda, specie quella macinata. Una di queste è l’insalata di carne trita. La carne, in questo caso, va solo leggermente frollata. Altri ingredienti per comporre il piatto sono l’aglio, il succo di limone, il sale e il pepe. È una preparazione semplice, che per risultare davvero gustosa deve necessariamente puntare su ingredienti di ottima qualità. Se preparato secondo la tradizione, però, offre un’esperienza gustativa unica, molto diversa persino da quella del carpaccio. Per preparare l’insalata di carne trita è necessario prendere la polpa e tagliarla a quadratini, i quali verranno poi battuti con un coltello pesante. La carne viene poi inserita in una ciotola insieme al sale, al pepe, all’olio, al limone e all’aglio. L'Ostu 'D Racunis propone ai suoi clienti un'ottima finanziera all’albese, una specialità cucina albese di Bra molto particolare in quanto realizzata quasi esclusivamente con frattaglie e ammennicoli, se si esclude la presenza della carne trita e del filetto di vitello.

  • Specialità a base di carne
  • Lepre al Sivè, coniglio ai peperoni e bollito misto
  • Altre specialità della cucina tradizionale
  • Specialità cucina albese
  • Lepre al Sivè, coniglio ai peperoni e bollito misto

    Il bollito misto rappresenta uno dei secondi piatti più difficili da preparare, non tanto per la ricetta quanto piuttosto per la scelta degli ingredienti, che segue dinamiche particolari. Le varianti sono numerose. L'Ostu 'D Racunis propone quella con sette tagli di polpa, sette ammennicoli come lingua e coda, sette salse quali mostarda, cugna e altre ancora. Lepre al Sivè è detta anche “al civet” e viene realizzata con il vino rosso, le carote, il sedano, l’aglio, il rosmarino, i chiodi di garofano, le bacche di ginepro, il burro, il lardo, la cannella e l’olio extravergine di oliva.

  • Altre specialità della cucina tradizionale

    Tra le specialità della cucina albese di Bra, il menu prevede anche la quaglia tartufata alla crema si prepara con le quaglie, la pancetta fresca tagliata a fette sottili, il tartufo nero, la farina bianca, la panna fresca, il burro, il brodo di carne, la salvia, il pepe nero, il sale e il vino bianco. La quaglia, opportunamente preparata, va soffritta nel burro e infine cosparsa di farina. La pancetta, invece, deve essere appoggiata sul fondo in modo che il suo grasso insaporisca la quaglia. Si unisce la panna al soffritto e si fa restringere la salsa che andrà infine versata sulla quaglia.